Chi è il più grande tennista a cui è sfuggito il Grand Slam a causa della sua generazione?

Ci sono davvero ottime risposte qui che menzionano già Juan Martin Del Potato e Tomas Berdych, ma non posso fare a meno di menzionare questo ragazzo che avrebbe dovuto vincere almeno uno o potrebbe essere due colpi. Nient’altro che Tommy Haas .

Personalmente mi è piaciuto vedere Tommy suonare. Ha un gioco fantastico, tiri fantastici, conoscenza dello sport e un piacere assoluto da guardare. Per non parlare del suo straordinario rovescio a mano singola.

  • Classificato al 2 ° posto nel mondo nel maggio 2002
  • Semifinali di Aus Open 4 volte e Wimbledon una volta.
  • Quarti di finale di US Open tre volte e Open di Francia una volta.
  • Finalista dei singoli alle Olimpiadi del 2000 (medaglia d’argento)
  • 15 titoli di carriera

Nonostante la futura grandezza, la carriera di Haas è stata afflitta da infortuni. Di Delray Beach 2017, Tommy ha già avuto 9 interventi chirurgici.

In qualche modo riusciva sempre a rimbalzare sul circuito principale, ma solo a cadere vittima di un’altra ferita. La sua volontà di competere nei migliori circuiti e la sua determinazione lo rendono uno dei miei giocatori preferiti.

Tommy Haas avrebbe potuto avere un successo molto maggiore se la sua carriera non fosse stata colpita da infortuni (come Del Po) e se fosse cresciuto di una generazione prima o dopo la generazione di Federer e Nadal (come Berdych).

Modifica

Ho trovato questo video su YouTube, che mostra i migliori Haas giocati contro Federer. Spero che piaccia ai lettori.

Modifica 2

Potresti intravedere l’epico setter 5 tra Federer e Haas nell’Open di Francia 2009 all’1: 18 del video.

Grazie per aver letto!

Indotto nella International Hall of Fame proprio il mese scorso, Andy Roddick mi viene subito in mente.

Sebbene il suo spettacolo sia esploso in grande nel 2003, dove Roddick ha vinto il suo primo titolo Masters Series e il suo primo titolo Grand Slam (US Open) e fino a quando non si è ritirato nel 2012, Roddick ha avuto alcuni ostacoli molto grandi sulla sua strada quando ha gareggiato per altri titoli del Grand Slam .

Sì, Roddick aveva i Big Four (Roger Federer, Rafa Nadal, Novak Djokovic e aggiungendo insulto all’infortunio, Andy Murray) sulla sua strada – ma non si può sbagliare chi si è rivelato la spina più grande al suo fianco. È stata una dura prova ogni volta che entrava in un torneo del Grande Slam, ma è stato un giocatore a preservare soprattutto Roddick dalle sue migliori possibilità di aggiungere alla sua collezione di titoli del Grande Slam.

Quando raggiunse la finale di un Grande Slam tranne uno: Wimbledon 2004, 2005 e 2009, così come gli US Open nel 2006, fu Roger Federer la cui mano Roddick dovette stringere per sconfitta. Quattro occasioni in un’altra finale del Grande Slam, ma ognuna ha perso contro Federer.

Andy Roddick, sebbene fosse brillante in campo, si è quindi limitato a vincere un titolo da grande slam. Fu agli US Open nel 2003, quando vinse Juan Carlos Ferrero, il detentore della classifica mondiale n. 1 al momento, per il titolo. Andy Roddick divenne il numero 1 al mondo.

Certo, c’erano anche molte semifinali che Roddick ha perso, ma la sua rivalità con Federer gli ha impedito di avere più successo nel suo conteggio dei titoli del Grande Slam. Entrambi erano lì allo stesso tempo, ma l’uno aveva sicuramente il dominio sull’altro. Anche quando le partite erano vicine, Federer aveva la massima sicurezza di riuscire a trovare il modo migliore per Roddick. Questo è ciò che chiamiamo “avere il proprio numero”.

Il numero più importante era il record di Federer contro Roddick nel tour ATP: 21–3. Tali partite sbilenche creano un’incredibile sicurezza e angoscia per l’avversario.

Roddick gareggiò per quattro delle sue finali di grande slam contro l’unico uomo del pianeta che aveva semplicemente il suo numero più e più volte. A dir poco scoraggiante.

Ma la grandezza di Roddick era evidente durante la finale del Grande Slam a Wimbledon 2009. È stata una battaglia epica. Federer alla fine vinse dopo 4 ore e 17 minuti di estenuante tennis, con un quinto set che ha superato la prova del tempo come quello che per primo ha portato la parola “contestata” a livelli incredibilmente nuovi. È stato incredibile sbalorditivo – emozionante, pungente, scivolando fuori dal bordo del sedile: 5–7, 7–6, 7–6, 3–6, 16–14 a favore dell’incomparabile Roger Federer. Su una nota personale, ammetto di aver tifato per Roddick per l’intera partita. Non perché viviamo nello stesso paese, ma perché sembrava che fosse giunto il momento per lui di fare un’ultima corsa e vincere finalmente un altro titolo del Grande Slam. Ciò darebbe più denti alla rivalità che altrimenti sembrerebbe ovviamente unilaterale.

Andy Roddick è sottovalutato da alcuni perché non capiscono quanto sia stato difficile per Roddick vincere più di quel titolo del Grande Slam al culmine del suo splendore – che era anche alla stessa altezza di pochi altri. Al contrario, il mio timore assoluto di Andy Roddick non è minimamente diminuito.

Inoltre, Andy Roddick rimane ancora oggi il maschio americano più recente ad aver vinto un Grand Slam Singles Championship e ad aver ottenuto la prima posizione. Roddick è stato anche saldamente inserito nella Top Ten del mondo per nove anni (2002-2010) e ha vinto un totale di cinque titoli della Masters Series in quegli stessi anni di eccellenza.

Quando si tiene conto della grandezza della grandezza che è stata ben piantata sulla sua strada – Grand Slam dopo Grand Slam – per tutta la sua carriera (non solo Roger Federer ma anche alcuni dei più grandi giocatori nell’elenco dei grandi di tutti i tempi nello sport) , quindi è comprensibile il motivo per cui Andy Roddick mi è subito venuto in mente come risposta alla tua domanda.

Avrebbe potuto vincere più titoli del Grand Slam, di sicuro. Ma dobbiamo ammettere che i tempi per la sua grandezza avrebbero potuto essere migliori. Gli è capitato di condividere i riflettori con altri incredibili giocatori di tennis, che rimangono fino ad oggi, tra i più grandi che abbiano mai giocato.

Grazie per avermelo chiesto!

Andrò con un giocatore diverso dal popolare Berdych. Questo giocatore è un uomo che ha la forza mentale di un guerriero e ha ottenuto oltre il doppio dei titoli . E quello è David Ferrer.

Ferrer non è ciò che molti considerano il giocatore appariscente e premier. Più breve, forse con meno naturalezza, ma i suoi risultati sono a dir poco spettacolari. Inoltre, ha una carriera di alto rango rispetto a Berdych all’incirca nella stessa “era d’oro” del tennis maschile che abbiamo oggi.

Non è la scelta sexy, ma se fosse un’altra epoca Ferrer (e Berdych) avrebbe sicuramente avuto un grande slam data la sua coerenza di eccellenza con oltre 6 anni consecutivi nella top 10

Dal momento che hai chiesto del più grande giocatore di tennis e non solo del giocatore maschile (supponendo che in questo caso si tratti di un riferimento neutro rispetto al genere) per sfuggire al Grand Slam vorrei includere alcune donne qui insieme agli uomini poiché molte persone hanno risposto con i loro nominati maschili.

PS: solo i giocatori che ho visto giocare.

David Ferrer

Il bravo ragazzo del tennis, David Ferrer, potrebbe essere il giocatore più consistente di sempre a non vincere un Grande Slam. Probabilmente potrebbe vincere uno Slam su tutte le superfici tranne Wimbledon, dove il suo miglior risultato è un paio di QF, se non per i Big Four. Sulla sua superficie migliore, cioè l’argilla, deve fare i conti con il fatto che il più grande giocatore di sempre sull’argilla gioca nella sua generazione. Mentalmente un maestro zen ma le inadeguatezze fisiche hanno limitato la sua sfida.

  • Classifica di carriera più alta: 3
  • Finalista 1 volta (Open di Francia ’13) – Lost to Rafael Nadal
  • 5 volte semifinalista (Australian Open ’11, ’13; French Open ’12; US Open ’07, ’12)
  • 11 volte quarto di finalista
  • 27 titoli ATP
  • Vincitore della Coppa Davis
  • % Di vincite nel Grand Slam – 71

Tomas Berdych

I Big Four avrebbero potuto facilmente diventare i Big Five se il spensierato ceco fosse rimasto sulla rotta. Benedetto con un servizio missilistico e un pungente diritto, Berdych è probabilmente il giocatore più talentuoso che non abbia mai vinto un Grande Slam. A differenza di Ferrer, il suo problema non è tanto il fisico quanto la forza mentale. I suoi fan, tuttavia, possono prendere il cuore dal fatto che ha la moglie più bella di tutto il tennis! Sospiro. E non ha ancora finito.

  • Classifica di carriera più alta: 4
  • Finalista 1 volta (Wimbledon ’10) – Perso a Rafael Nadal
  • Semifinalista 6 volte (Australian Open ’14, ’15; French Open ’10; Wimbledon ’16, ’17; US Open ’12)
  • 9 volte finalista dei quarti di finale
  • 13 titoli ATP
  • Vincitore della Coppa Davis
  • % Di vincite nel Grand Slam – 71

Elena Dementieva

Dementieva era una presenza costante negli ultimi round del Grand Slam, ma fu contrastato in numerose occasioni da artisti del calibro di Venus e Serena Williams, Justine Henin-Hardenne, Anastasia Myskina, Maria Sharapova, Mary Pierce, Lindsay Davenport, Kim Clijsters , eccetera.

  • Classifica di carriera più alta: 3
  • Finalista 2 volte (Open di Francia ’04 e US Open ’04)
  • Semi-finalista 7 volte (Australian Open ’09; French Open ’10; Wimbledon ’08, ’09; US Open ’00, ’05, ’08)
  • 16 titoli WTA
  • Medaglia d’oro alle Olimpiadi (Pechino ’08), Medaglia d’argento (Sydney ’00)
  • % Di vincite nel Grand Slam – 72

Dinara Safina

La sorella minore della 2 volte vincitrice del Grand Slam Marat Safin non ha potuto emulare suo fratello poiché era costantemente frustrata da un campo stellare che comprendeva grandi mostri di sempre Venus e Serena Williams, Maria Sharapova, Ana Ivanovic, Svetlana Kuznetsova, Amelie Mauresmo, Jelena Jankovic, ecc. .

  • Classifica di carriera più alta: 1
  • Finalista 3 volte (Open di Francia ’08, ’09 e Australian Open ’09)
  • Semifinalista 2 volte (US Open ’08, Wimbledon ’09)
  • 12 titoli WTA
  • Vincitore della Coppa della Federazione
  • Medaglia d’argento alle Olimpiadi (Pechino ’08)
  • % Di vincite nel Grand Slam – 66

Tsonga e Ferrer sono i primi nomi che vengono in mente (qualcun altro ha già menzionato Roddick, ma Roddick ha vinto un Grand Slam, quindi non credo che si qualifichi). Concentriamoci sull’estremità più amara dello spettro, senza mai assaggiare quella gloria del Grande Slam, nemmeno una volta.

(il francese longilineo e lo scoiattolo spagnolo)


Prove e tribolazioni del Grande Slam

Dato che hai citato in particolare i Grand Slam, Tsonga ha perso: un finale, quattro semifinali e quattro quarti.

La perdita dell’Aussie Final del 2008 è stata per Djokovic , le semifinali sono state per Ferrer , Wawrinka , Djokovic e Murray , e nei quarti è stato abbattuto da Federer , Celic , Wawrinka e Djokovic .

Quindi vediamo che tutte e nove le perdite sono state per giocatori molto importanti, che di solito sono bravi in ​​Slam – nessuna di queste perdite è dovuta a un giocatore minore, né Tsonga può davvero essere accusato di “soffocare” mentre si trova in una situazione importante. Questi nove tornei è durato fino a quando qualcuno migliore di lui si è messo in mezzo – il che, per me, è ciò che non è mai vincere uno Slam “grazie alla tua generazione”.

Joker e Federer contano da soli quattro di queste nove sconfitte, e Murray, Cilic e Wawrinka sono tutti loro stessi vincitori dello Slam. E l’altra perdita, poeticamente, è stata per i suoi fratelli “fuori, guardando dentro”, David Ferrer.

Per fare un paragone, Ferrer ha perso in sette Slam quando ha raggiunto almeno i quarti: la finale francese del 2013 in cui Nadal lo ha tagliato come un coltello caldo attraverso burro, quattro semifinali e due quarti – la maggior parte di queste perdite il lavoro di Murray o Djokovic.

Quindi è circa 50/50. Tsonga ha 3 anni e ha 32 anni, quindi forse può ancora realizzarne uno, ma sono molto dubbioso – adoro guardare la fluidità del suo gioco più di Ferrer, comunque.


Scendi dai quattro grandi slam e guarda al livello successivo: Master 1000 tornei

Più tornei Master che Slam, e questi mostrano ancora di più quanto sia stato pronunciato il fatto che Tsonga e Ferrer non abbiano vinto più Slam a causa del talento della loro generazione, poiché l’effetto ha continuato.

Tsonga è 2–2 nelle sue quattro finali della sua 1000 carriera – e le due sconfitte nelle sue 1000 finali sono state … Federer e Djokovic. Le sue due vittorie vinsero Federer – in un torneo che vedrò più avanti – e Nalbandian, un argentino che riuscì a vincere due 1000 se stesso, contro Nadal e Federer. La carriera di Tsonga 1000 non è nulla da starnutire.

Ferrer è 1–6 in 1000 finali – con tutte e sei le perdite contro il Big 4 e la sua vittoria di 1000 contro un ragazzo di nome “Jerzy”. Molto impressionante anche senza un grande avversario come Tsonga aveva per le sue 1000 vittorie, e come Tsonga, avrebbe avuto più di un titolo da mostrare per la sua carriera se non per il talento generale di alto livello della sua generazione.

^ Abbastanza coerente nel raggiungere le finali in questo tratto di cinque anni

Entrambi sono anche 0-1 nelle finali del campionato di fine anno , che sono i primi otto giocatori classificati per l’anno solare che ha un mini-torneo per terminare il programma ATP: nel 2007 per Ferrer e 2011 per Tsonga – entrambe perdite per Federer .

Berdych è 1–3 su 1000, e lo lancia anche lui, un ragazzo che è anche 0–1 nel Grand Slam come gli altri due. Il suo solitario Masters era il Paris Open nel 2005 (quel brutto torneo indoor che doveva essere abolito) dove sconfisse un avversario buono ma non eccezionale.

Berdych ha raggiunto almeno le semifinali in sei Grand Slam, tre dietro Tsonga e uno dietro Ferrer – e come gli altri due, le sue perdite sono state una combinazione del Big 4 + Stan.

Tutto sommato è davvero collo-e-collo e la differenza è il minimo dei capelli. Berdych ha 31 anni, quindi mancano ancora alcuni anni come Tsonga per intrufolarsi in un Grand Slam o in altri 1000.


Tsonga’s Canadian Open Victory 2014

Questo torneo è la prova migliore che Tsonga era meglio equipaggiato per vincere i Grand Slam più di Ferrer o Berdych. Il suo gioco “mentale” è molto interrogato, ma è difficile capire quanto possa essere brutto un gioco mentale quando si raggiungono nove quarti di finale del Grande Slam. Prenderei facilmente il gioco fisico + mentale di Tsonga combinato con gli altri due.

Tsonga al suo apice, sconfiggendo Federer nelle finali di Coppa del Canada 2014, la vittoria più significativa della carriera del francese – questa è probabilmente la vittoria canadese più impressionante della storia, sconfiggendo quattro giocatori tra i primi 10 per vincere il torneo (una serie oltraggiosa di Djokovic-Murray-Dimitrov-Federer) – questa è Tsonga a un livello che Berdych o Ferrer non hanno mai raggiunto, IMO:


Conclusione

Alla fine andrò con Tsonga che è il miglior giocatore assoluto al suo apice tra i tre citati, e quello che è stato in Final 8 così tante volte ma non è mai riuscito a portare a casa il titolo a causa del grande talento che lo circonda.

È il minimo di peli, ma i punti bonus sono anche i più divertenti da guardare, dato che il suo gioco rispetto a Ferrer (caotico) e Berdych (noioso) è stato estremamente fluido e atletico.

Sia come creatore di domande che come risponditore, la mia risposta personale è Tomas Berdych .
Credo che avesse / abbia gli incredibili attributi fisici, mentali e basati sulle abilità per vincere in una generazione precedente di quella in cui si trova. Mabye se fosse nei primi anni del 2000 contro Hewwit, Saffin e Co. O un’era precedente come gli anni ’70, dove potrebbe farti tornare il suo dominio fisico (per Tomas colpi più lenti di quelli che viene usato anche lui) con facilità .

Tomas Berdych è il primo nome che mi viene in mente. Realizzare costantemente QF e SF in Slam in questa era. Avrebbe vinto più slam FACILMENTE se fosse stato nei primi anni 2000 o alla fine degli anni 90. Altri nomi di coppie sarebbero anche Milos Raonic (potere senza sforzo su servi e fronti), Kei Nishikori (incredibili abilità e velocità difensive), Jo Wilfred Tsonga (brutale diritto) e David Ferrer (incredibile cortigiano dell’argilla, difensore straordinario e molto veloce e veloce ). Ma Tomas Berdych avrebbe vinto più slam rispetto al resto di questi nomi se avessero giocato nei primi anni 2000 o alla fine degli anni 90.

Direi Todd Martin. E forse Mark Phillippousis, Tommy Haas e Guy Forget potrebbero essere gettati lì. Tutti hanno suonato nell’era incredibilmente intensa di Sampras, Agassi, Edberg, Becker, Lendl, Courier e Rafter. Brutale.

Secondo me, Robin Soderling.

È l’unico nella storia recente ad aver perso 2 finali in GS senza ottenerne uno. Penso che il prossimo sarebbe la filipposi.

Entrambi i suoi finali erano all’open francese, dove ha battuto ogni volta il numero 1 e il detentore del titolo, prima di perdere in finale il numero 2 al mondo.

Vittima di Federer e Nadal, è secondo me il simbolo di ciò che rende questa generazione così:

Potresti essere molto bravo durante un torneo, compiere miracoli litigiosi (sconfiggendo Nadal in RG per la prima volta in assoluto) e incontrare ancora un’altra leggenda più avanti nel torneo.

Personalmente credo che Juan Martin Del Potro possa essere preso in considerazione anche qui. Anche se, a rigor di termini, è stata una combinazione di infortuni e big four che ha causato le sue perdite nella maggior parte dei grandi slam.

Del Potro è stato il primo giocatore a sconfiggere sia Nadal che Federer nello stesso torneo nel suo cammino verso la vittoria degli Stati Uniti nel 2009.

Ha uno stile di gioco davvero unico, in particolare il suo diritto di colpire con velocità e precisione devastanti. Se fosse riuscito a mantenersi in forma e se i big four non fossero stati così influenti, credo sicuramente che avrebbe avuto qualche altro grande slam nella sua borsa.

Non so cosa significhi la domanda. Nessun giocatore ha perso i Majors se fosse abbastanza bravo da effettuare il taglio. Tutto ciò che ogni giocatore può sperare è un’opportunità di giocare, devono fornire il proprio gioco vincente. Tutti i nomi qui menzionati suonavano in tutti i Major che potevano, e cercavano di vincerlo nel miglior modo possibile (beh, uno spera. Sto guardando te, Bernie, e tu, Nick!)

Difficilmente puoi incolpare gli altri per essere giocatori migliori se non vinci le tue partite. Nessuno deve a nessun altro un vantaggio in competizione.

Vado con Andy Murray che è un giocatore molto migliore di Andy Roddick. Senza Novak, Rafa e Roger, immagino che questo ragazzo vinca almeno altri 3 a 6 colpi.

Miloslav Mecir e Marcelo Rios