Quali sono alcuni dei punti di forza e di debolezza di avere un limite salariale nella MLB?

Voglio solo chiarire all’inizio – MLB al momento non ha un limite massimo di stipendio per i roster MLB. Di recente, è stato posto un limite alle firme dei dilettanti internazionali e alla bozza dei dilettanti, e esiste una tassa sul lusso, ma presumo che l’interrogante stia chiedendo un limite salariale simile a quello esistente nella NFL o nella NHL (e, in una certa misura, l’NBA). Suppongo anche che qualsiasi ipotetico limite salariale includa un piano salariale.

La forza di avere un limite di stipendio in MLB è che creerebbe un campo di gioco molto, molto più equilibrato. Nell’attuale sistema, squadre come Yankees, Red Sox, Phillies e Dodgers hanno un enorme vantaggio rispetto a squadre come Padres, As, Royals e Rays.

Per iniziare, esiste una correlazione definita tra buste paga e vittorie nel baseball. Se spendi più denaro, hai maggiori probabilità di vincere. Sembra piuttosto semplice, e i dati lo supportano: IL LIBRO – Giocando le percentuali nel baseball

Dando un’occhiata agli altri principali sport negli Stati Uniti (sto limitando la mia discussione ai big 4, dato che è quello che so di più), questa correlazione è molto meno forte.
NFL: Nella NFL, non c’è quasi alcuna correlazione tra buste paga e vittorie
NBA: la correlazione tra spesa e vincita nell’NBA: tendenze per anno e per squadra
NHL : scusa, non sono riuscito a trovare uno studio simile.

In questi altri sport, c’è poca o nessuna correlazione tra dollari e vittorie, mentre in MLB è enorme. Ciò non sorprende, considerando l’ampiezza del divario nel personale tra chi ha e chi non ha.

MLB: nessun limite di stipendio. I New York Yankees avevano il più alto salario del 2012, a $ 198 milioni, mentre i San Diego Padres erano i più bassi a $ 55 milioni. Gli Yankees stanno spendendo il 358% di quanto spendono i Padres. E in questi giorni è un po ‘fuorviante prendere da soli gli Yankees, dato che i Phillies ($ 174 milioni) e i Red Sox ($ 173 milioni) sono relativamente vicini al loro livello di spesa, con i Dodger apparentemente pronti a diventare gli “Yankees West” a causa della loro nuova proprietà e accordo TV. I 5 migliori club MLB hanno speso in media $ 166 milioni mentre i 5 club inferiori hanno speso $ 59 milioni.

NFL: limite 2012 fissato a $ 120 milioni. I San Francisco 49ers hanno il libro paga più alto del 2012, a $ 119 milioni, mentre i Philadelphia Eagles sono i più bassi a $ 99 milioni. I 49er stanno spendendo solo il 121% di quanto spendono i Padres.

NHL: limite 2012 fissato a $ 70 milioni. I Boston Bruins hanno il libro paga più alto del 2012, a $ 69 milioni, mentre i Phoenix Coyote sono i più bassi a $ 50 milioni. I 49er stanno spendendo solo il 137% di quanto spendono i Bruin.

NBA: il limite del 2012 è fissato a $ 58 milioni (ma nell’NBA, le squadre possono superare il limite per firmare nuovamente i giocatori già presenti nel proprio elenco). I LA Lakers hanno il salario più alto del 2012, a $ 100 milioni, mentre gli Houston Rockets sono i più bassi a $ 48 milioni. I Lakers stanno spendendo il 210% di quanto spendono i Razzi.

Come puoi vedere, MLB ha enormi disparità di retribuzione, mentre le leghe con limiti salariali sono notevolmente meno stratificate. Se la MLB dovesse imporre un limite salariale, è ragionevole aspettarsi che la distribuzione dei salari assomiglierebbe molto di più alla NFL e alla NHL, o almeno alla NBA.

Se ciò dovesse accadere, sarebbe meraviglioso per i fan delle squadre con meno risorse. Non sarebbe più automatico che qualsiasi stella cresciuta in casa venisse scambiata o persa per libera agenzia una volta che avessero iniziato a diventare costosi. Non dovremmo più sapere del fatto che Alex Rodriguez e Mark Teixeira hanno fatto tanti soldi quanto l’intero elenco di Padres l’anno scorso. Non solo è vero che spendere più soldi aumenta notevolmente le possibilità di successo, ma è anche demoralizzante per i fan delle squadre che percepiscono (correttamente) il mazzo da impilare contro le loro squadre. È probabile che aumenti l’interesse locale per squadre come i reali, i pirati e Padres.

In generale, ciò che distingue un franchising vincente da un franchising perdente sarebbe l’abilità (e la fortuna) nella valutazione e nello sviluppo di talenti. E questo sarebbe fantastico per lo sport, poiché è possibile licenziare un direttore generale, ma non è possibile decidere di generare in qualche modo $ 50 milioni all’anno in entrate aggiuntive.

Anticipare un’obiezione: è certamente possibile che i team con basso costo del personale abbiano successo e ci sono molti esempi recenti tra cui scegliere. Tuttavia, è ancora l’eccezione piuttosto che la regola. Certo, è bello vedere Billy Beane trasformare un roster pieno o rookie e ripercorrere i passi nel 2012 As, ma il periodo 2007-2011 sono stati anni piuttosto magri. E mentre è incredibile vedere cosa sta facendo Andrew Freidman a Tampa, immagina se fosse in grado di firmare il Principe Fielder invece di accontentarsi di Carlos Pena perché i Raggi non possono mai spendere soldi. Ancora una volta, i numeri sono conclusivi che il libro paga è correlato alle vincite.

Un altro vantaggio dell’istituzione di un tetto salariale sarebbe la presenza di un piano salariale. Quando viene creato un limite salariale (importo massimo che può essere speso), viene fornito un piano salariale, il minimo che ogni squadra deve spendere. In alcuni campionati, è una percentuale del limite, in altri uno spread dal limite. Quindi, mentre il limite di stipendio sta dicendo ad alcuni proprietari che non possono spendere oltre un limite, il piano di stipendio sta dicendo ad altri proprietari che non possono spendere anche meno di un certo importo.

La percezione è che alcuni proprietari (ciao, Jeff Loria!) Spendono meno di quello che possono permettersi perché sono più interessati a raccogliere profitti che a mettere in campo un team di qualità. Un piano salariale richiederebbe che questi proprietari facciano almeno uno sforzo decente per stare al passo con le altre squadre della lega.

Per quanto riguarda gli svantaggi …

Ci sono alcune conseguenze che potrebbero essere indicate come aspetti negativi, ma penso che abbiano contrappunti convincenti.

Ad esempio, si potrebbe dire che l’implementazione di un limite di stipendio potrebbe portare ad alcune squadre “bloccate”, dove hanno saggiamente o sfortunatamente investito in giocatori costosi che ora sono vecchi, cattivi e feriti. A quel punto, hanno pochissime buone opzioni oltre a cavalcare i cattivi contratti, mentre potenzialmente vedono partire i loro giocatori stellari che colpiscono l’agenzia libera.

Tuttavia, questo è praticamente il sistema attuale, tranne per il fatto che alcuni team sono esenti. Se i pirati danno a un giocatore $ 15 milioni all’anno per più anni e viene ferito catastroficamente o diminuisce di abilità, viene fregato. Questo è il 25% del loro libro paga ora essenzialmente peso morto. Se i Phillies danno allo stesso giocatore lo stesso affare, c’è ancora un po ‘di respiro, dato che solo il 9% del loro denaro totale è legato. Non guardare oltre Ryan Howard. Era peggio della media della lega nel 2010 e nel 2011 mentre guadagnava circa $ 20 milioni, ma i Phillies continuavano a vincere circa 100 partite all’anno. Il loro enorme libro paga ha permesso loro di aggiungere pezzi come Cliff Lee e Roy Halladay anche con i soldi cattivi di Howard sui libri.

Davvero, l’argomento più grande che posso vedere contro un limite massimo è che con l’attuale sistema di ripartizione delle entrate, probabilmente fallirebbe un certo numero di squadre.

Al momento, MLB ha una compartecipazione alle entrate: compartecipazione alle entrate | Biblioteca di Sabermetrics di FanGraphs

Ma è una miseria rispetto alla quantità di compartecipazione alle entrate che esiste nella NFL: NFL Team Parity e Revenue Sharing – Pro Player Insiders

Molto di questo deriva dal modo in cui i soldi della TV funzionano in ogni sport. In MLB, ogni squadra sta negoziando per proprio conto (c’è un accordo MLB nazionale, ma è minore rispetto agli accordi locali), mentre nella NFL il principale accordo TV è nazionale.

L’intera discussione sulla compartecipazione alle entrate probabilmente merita una sua risposta, ma è sufficiente dire che la compartecipazione alle entrate di MLB non fa molto per compensare le enormi disparità nelle entrate da squadra a squadra.

Se la ripartizione delle entrate non venisse riformata e si dovesse istituire un tetto salariale, ciò porterebbe immediatamente un certo numero di squadre in una brutta posizione per quanto riguarda le entrate rispetto agli obblighi salariali.

Per illustrare, alcuni numeri ipotetici – In questo momento, gli stipendi dei giocatori MLB a livello di campionato sono circa 2,9 miliardi. Diciamo che potresti convincere i giocatori ad accettare un pezzo più piccolo della torta e impostare il limite di stipendio a $ 100 milioni con un piano di $ 85 milioni. Immediatamente, hai ordinato a Rays, Pirates, Royals, Astros, As e Padres di aumentare i loro salari di $ 20-30 milioni all’anno. Tutte queste squadre possono farlo senza perdere soldi? In questo scenario, saresti dove si trova l’NHL, con alcune squadre in difficoltà disperate e la lega che si trova ad affrontare un blocco prolungato mentre i proprietari cercano di ridurre gli stipendi dei giocatori.

Le disparità di entrate esistono nella MLB a causa della geografia e della storia (ma principalmente della geografia). Naturalmente, questo non è diverso dall’NFL, e l’NFL fa funzionare il loro limite salariale, soprattutto perché la loro ripartizione delle entrate è così significativa. Se la compartecipazione alle entrate MLB non cambia per distribuire le entrate in modo più uniforme, non sono convinto che un limite di stipendio funzionerebbe in MLB.

Tutto sommato (e sento il bisogno di riassumere, dato che questo si è rivelato molto più lungo di quanto mi aspettassi), penso che un limite di stipendio sarebbe sorprendente per MLB . L’equilibrio competitivo migliorerebbe in modo significativo e alcuni franchising moribondi vedrebbero una ripresa. Ma per attuare con successo un limite di stipendio, sarebbe necessario apportare grandi cambiamenti alla destinazione del denaro, e non vedo che sia probabile. Tutti, piccolo mercato e grande mercato, stanno diventando ricchi in questo momento. Allora, dov’è l’incentivo a scuotere le cose? Non posso prevedere un limite di stipendio nei prossimi 20 anni, a meno che ciò non vada a scapito della quota delle entrate dei giocatori.

Un limite di stipendio in generale o quello specifico che hanno implementato?

L’obiettivo generale di un limite salariale è quello di creare una parvenza di parità economica tra le squadre del piccolo mercato (Royals, Pirates) e le squadre del grande mercato (New York Yankees, Red Sox, Dodgers quando non sono di proprietà di una coppia nel nel mezzo di un divorzio). A differenza della NFL in cui l’accordo televisivo nazionale è la forza trainante ed è equamente condiviso, il baseball ha una componente sostanziale guidata dalle entrate della televisione locale e ci sono disparità nei mercati televisivi locali. (Esiste anche un accordo nazionale, ma non cancella totalmente le disparità locali).

Diamo un’occhiata a un esempio davvero veloce e sporco:

A livello nazionale, MLB ha appena firmato un pacchetto di 8 anni, $ 12,4 miliardi con varie reti. Diviso all’anno da 30 squadre, si tratta di circa $ 52 milioni per squadra all’anno. A livello locale, i Dodgers hanno appena firmato un accordo che costa in media circa $ 240 milioni all’anno per i diritti televisivi locali, mentre l’accordo locale dei Pirati di Pittsburgh è solo di circa $ 18 milioni. Quindi, ignorando gli altri ricavi per il momento, i Dodgers ricevono $ 292 milioni e i pirati ottengono $ 70 milioni. Quindi si può vedere che i Dodger potrebbero schierare un libro paga da $ 100 milioni e fare comunque soldi consegnando il pugno, mentre se i pirati schierano un allineamento da $ 100 milioni per un lungo periodo, il loro proprietario si trova fuori da PNC Park in uno di quei barili comici con spallacci.

Quindi, nel senso più semplice, un limite di stipendio tenta di mitigare quella differenza dicendo che puoi spendere solo un certo importo per i salari. E in qualche modo funziona, tranne alle estremità estreme della curva a campana, dove ci sono alcuni problemi nel sistema MLB.

1) È un berretto morbido, non duro . In un sistema hard cap (NFL), se il limite salariale è $ X, semplicemente non puoi spendere $ X + 1. Il baseball ha un sistema fiscale di lusso in cui se spendi $ X + 1, paghi una percentuale di tale eccesso come penalità. Quindi non impedisce a squadre come gli Yankees o i Dodgers di spingere le squadre in giro con i loro soldi, ma rende più costoso farlo.

Prendi quella squadra di Dodger dall’esempio in alto. Diciamo che $ 100 milioni è anche il limite salariale e che i salari sopra che sono tassati al 50%. Quindi i Dodger vogliono aggiungere altri $ 20 milioni di stipendio, il che li colpisce con $ 10 milioni di tasse, e quindi hanno $ 130 milioni di spese salariali … e stanno ANCORA facendo un sacco di soldi, solo un po ‘meno di prima.

2) Non esiste un piano salariale nel sistema MLB . Una delle garanzie della maggior parte dei sistemi di protezione salariale è che esiste anche un salario minimo. Quindi se vai al di sotto del piano salariale (penso che la NFL assomigli all’83%), sarai comunque penalizzato, quindi potresti anche pagarlo ai giocatori per migliorare la tua squadra. Nel baseball, non c’è pavimento, quindi le squadre possono (e talvolta lo fanno) pareggiare i loro roster fino all’osso, mettere in campo un libro paga minimo e semplicemente prendere profitti. Come strategia di ricostruzione occasionale, potrebbe avere senso per una stagione o due, ma ci sono stati casi in cui le squadre si sono tagliate all’osso senza bisogno di baseball, forse per diverse stagioni alla volta, e si trattava solo di guadagnare tanti soldi il più possibile. (vedi: Miami Marlins 2013).

3) L’ acquisto di agenti gratuiti non è l’unico, né necessariamente il migliore, modo per avere successo . Gli agenti free-ticket possono esplodere (Carl Crawford, chiunque?), Mentre una squadra può costruire con successo dai suoi campionati minori senza spendere soldi ingenti (i Tampa Bay Rays hanno gareggiato con gli Yankees e i Red Sox per gli ANNI a causa dei soldi) i loro campionati minori hanno sfornato giocatori solidi). Detto questo, è difficile avere successo in questo modo – è più facile superare gli errori quando si hanno tasche più profonde – ma soldi = successo non è una correlazione automatica. (vedi: Miami Marlins del 2012, che ha acquistato un crapton di agenti liberi per celebrare il loro nuovo campo di baseball e ha vinto il 69-93).

Potrei aggiungere a questo più tardi, ma inizieremo con quello …